Sabato, 25 Maggio 2019 CercaCerca  
Vivaistica forestale

Acquista le piantine di Veneto Agricoltura

La vivaistica forestale è quella particolare branca dell’attività vivaistica volta a produrre piantine giovani, appartenenti esclusivamente a specie legnose autoctone, destinate principalmente alle attività di imboschimento. Ciò che distingue perciò l’attività di un vivaio forestale da quella dei vivai più noti al pubblico, dedicati alla produzione di piante ornamentali, di fiori, di piante per l’orticoltura e la frutticoltura, è proprio l’oggetto della produzione: il vivaio forestale non produce specie esotiche, cultivar selezionate, piante da frutto ecc., bensì piante selvatiche, alberi ed arbusti, gli stessi che formano i boschi ed i popolamenti naturali che troviamo spontaneamente diffusi nelle colline e nelle montagne, in pianura, lungo i fiumi e le coste.
VivaioNel nostro Paese questa attività è svolta prevalentemente da vivai gestiti da amministrazioni pubbliche, le stesse che attuavano le attività di imboschimento operate nei decenni passati principalmente in contesti montani.
Oggi, in seguito ai mutamenti socio economici ed ambientali intervenuti nel nostro Paese, l’utilizzo di piante forestali in montagna è drasticamente diminuito: per contro nell’ultimo decennio sono fortemente aumentate le richieste di piante da destinarsi ad una serie di attività forestali, profondamente diverse da quelle tradizionali. L’impianto di alberi ed arbusti in pianura, a seguito dei cambiamenti intervenuti in agricoltura con le riforme delle politiche comunitarie in tale settore, hanno aperto la strada alla forestazione in ambito planiziale, all’arboricoltura da legno, alla coltivazione di biomassa legnosa a fini energetici, alla ricostituzione di siepi campestri, alle quali le moderne esigenze ed un rinnovato parco di conoscenze affidano un complesso di funzioni, ambientali e produttive. In ambiente montano, l’impatto degli interventi operati dall’uomo sul territorio ed i conseguenti dissesti hanno invece comportato l’adozione di sistemi di difesa del suolo che utilizzano materiali vivi, quali gli arbusti già naturalmente diffusi in quegli stessi ambienti.
A fronte di queste nuove esigenze,la vivastica forestale si è rapidamente adeguata ,adottando modalità di coltivazione più moderne e razionali nel rispetto del patrimonio genetico delle specie legnose autoctone. Ovvero, si è operato in modo tale da evitare il rischio di “inquinare” tale patrimonio immettendo sul mercato piantine forestali di ignota provenienza.
Questa è la principale funzione svolta da Veneto Agricoltura: l’attività vivaistica viene svolta a tutela della biodiversità, producendo tutte le piantine a partire da sementi o da talee rigorosamente raccolte entro popolamenti naturali del bacino padano.
L’attività vivaistica di Veneto Agricoltura svolge perciò, all’interno della regione Veneto, una funzione di garanzia nei confronti della biodiversità forestale, adottando al contempo scelte strategiche e tecniche rivolte all’innovazione ed attente alle esigenze espresse da coloro che utilizzano tali piantine:
- vengono prodotte pressoché tutte le specie legnose autoctone proprie degli ambienti della pianura, collina e montagna veneta (circa 150 specie)
- le tecniche produttive adottate comprendono la coltivazione in contenitore ed un elevato grado di meccanizzazione
- vengono posti in atto progetti sperimentali volti a migliorare le tecniche produttive e a salvaguardare la diversità biologica anche di specie particolarmente difficili
- La fedeltà alla funzione istituzionale e l’attenzione alla qualità del lavoro svolto vengono confermate e formalizzate con la certificazione di qualità del sistema produttivo secondo la norma UNI EN ISO 9001/2000.

Per informazioni:
Centro Vivaistico e per le Attività Fuori Foresta
Via Bonin-Longare - 36030 Montecchio Precalcino (VI)
tel. 0445/864445 fax 0445/334420
e-mail: vivaio@venetoagricoltura.org